Mutuo Soccorso Museo Virtuale

Presentazione

La rivoluzione informatica, con l’avvento di internet, ha portato nuove possibilità di fruizione della cultura...

1861
1870
1861

Il 20 gennaio 1861, 17 cittadini divennero promotori della nascita della Società operaia di mutuo soccorso fra gli artisti ed artigiani di Perugia. La prima assemblea si tenne il 1° marzo dello stesso anno e durante il suo svolgimento fu approvato lo Statuto che consentiva l’iscrizione delle donne.

Continua
1862

Dopo l’unità d’Italia, Taranto visse una forte spinta verso lo sviluppo del territorio con la predisposizione di numerose infrastrutture pubbliche e militari, che portarono beneficio ai cittadini in termini di occupazione. Se da un lato questo sviluppo aprì notevolmente le possibilità di questo territorio di riscattarsi, dall’altro, a livello previdenziale e di assistenza al singolo e alle famiglie, non vi fu alcun miglioramento.

Continua
1862

Sin dalla fondazione, nel 1851, la Società di Mondovì ebbe l’ambizione di tenere rapporti epistolari con consorelle e persone vicine al mutuo soccorso. Subito venne inviato un messaggio con l’invito alla festa di inaugurazione, e questa abitudine proseguì negli anni per mantenere i rapporti col grande mondo della solidarietà che si veniva sviluppando.

Continua
1863

Costantinopoli, 17 maggio. Al motto di «Chi ama la Patria la onori con le opere» un gruppo di 41 italiani fonda la Società Operaia di Mutuo Soccorso Italiana. Erano in massima parte profughi politici rifugiati, che il 19 marzo si erano raccolti sotto il nome di Commissione Operaia per onorare l’Eroe dei Due Mondi, Giuseppe Garibaldi.

Continua
1863

Nel 1863, l’archeologo Francesco Gamurrini promosse il mutualismo ad Arezzo, su modello francese; vicino alle confraternite e al compagnonnage. Per esaltare la valenza operaia, anni dopo la creazione fu attribuita a due artigiani. Gamurrini invitò i concittadini ad aderire, per cooptazione, pescando fra élite del lavoro e membri illuminati del notabilato.

Continua
1863

Il 1° agosto 1863 fu diffuso un avviso ai “fratelli operai del Comune di Iseo”, che chiamava a unirsi tutti coloro che avessero il desiderio di aderire alla costituzione di un’associazione di mutuo soccorso per il successivo 16 agosto. La riunione si sarebbe tenuta nei locali della ex chiesa di San Rocco.

Continua
1864

Dopo tre decenni di attività come semplice associazione non riconosciuta, la Società dei Parrucchieri di Torino diventa Società di mutuo soccorso ufficialmente costituita. Seguiva l’esempio di molte altre corporazioni di mestiere che l’avevano preceduta.

Continua
1864

“[…] buttai fuori l’idea di fondare la Società Operaja […] Manco a dirlo, fui nominato Presidente per ben 27 anni consecutivi”. Queste furono le parole che Michele Ghisla affidò al suo diario per descrivere la nascita il 13 marzo 1864 della Società operaia di Colico, la quale si proponeva di fornire aiuto non solo materiale ma anche morale e intellettuale ai propri soci nello spirito di fratellanza e unione.

Continua
1865

Operai, farmacisti, sellai, cuochi, cucitrici sarte, contabili, impiegati e tante altre categorie di lavoratori, il 25 giugno 1865 fondarono a Gubbio l’Associazione di mutuo soccorso fra gli artieri ed operai. Nel luglio dello stesso anno fu approvato dall’assemblea lo statuto della nascente società, che conteneva 113 articoli, con tre valori fondanti: il sostegno materiale, morale e intellettuale dei soci.

Continua
1866

La nascita della Società operaia di mutuo soccorso di Sant’Alberto, vicino a Ravenna, fu ispirata da Giuseppe Garibaldi, e promossa da 15 soci fondatori, alcuni dei quali erano ex garibaldini. La società si sviluppò velocemente nella piccola frazione e annoverò tra i suoi iscritti anche un personaggio di spicco, Olindo Guerrini.

Continua
1867

La Società Operaia di Mutuo Soccorso Giuseppe Garibaldi fu fondata nel 1867, i primi anni di attività furono burrascosi per via di lotte interne e per il fallimento della “Ditta dello Spaccio”, una sorta di cooperativa di consumo alimentare, che non diede i frutti sperati.

Continua
1868

La data del 19 gennaio 1869 segna l’inizio della storia della Società unitaria patriottica di mutuo soccorso di Tessarolo (Alessandria). Fu affisso in tutto il paese l’avviso della nascita e si invitarono i concittadini dai 15 ai 50 anni a unirsi alla causa, versando i 50 centesimi una tantum per l’iscrizione e 25 centesimi al mese, somme che avrebbero garantito i sussidi a coloro che ne avessero fatto richiesta.

Continua
1869

Nel 1859 nacque a Staglieno la Consociazione Operaia Genovese, la cui nascita ebbe l’onore di essere avallata da Giuseppe Mazzini tanto che i soci ebbero il compito, nel 1872, di costituire il picchetto d’onore alla salma dell’illustre personaggio, in occasione dei funerali solenni. Il 20 settembre 1869 la Consociazione operaia aveva intanto assunto il nome di Società di mutuo soccorso operai e giornalieri.

Continua